Signora. K 156 Allstarz

Signora. K 156 Allstarz

“Se il surrealismo è intriso dell'estetica dei sogni e il situazionismo dell'ubriachezza, la democrazia diretta è senza dubbio appannaggio della scrittura. "- Signora. K

Signora. K si è distinto e si è distinto nel mondo molto maschile della scrittura dall'inizio degli anni 2000 per il suo stile e per il suo approccio che mescola l'assunzione di rischi e la modifica della realtà, iscrivendo la sua pratica nella linea degli interventisti. E le sue azioni filmate in pubblico non passano mai inosservate: vestita di Zara, interviene in pieno giorno nell'ambiente urbano con pennarelli scorrevoli e vernice spray ad altissima pressione che estrae dalla sua borsa Louis-Vuitton. Nella sua postura unica, rompe l'ordine silenzioso dello spazio pubblico. Il ready-made, la body art e il lettering sono riferimenti che richiama regolarmente nel suo lavoro.

Signora. K ha sperimentato diversi mezzi e supporti sin dalla sua infanzia, quando disegna personaggi spettrali con gambe infinite su intere risme di carta, o graffia la biblioteca della sua classe per trasformarla in una giungla. Molto presto ha collezionato libri e immagini d'arte moderna. Poi al college, ha messo da parte la scuola per dedicarsi alla pittura, a volte sfoggiando una testa rasata, capelli dai colori soprannaturali, poi tatuata, partecipando a feste alla moda vestite in modo stravagante come le creature più belle delle notti parigine. Dopo aver asciugato più del 99,5% dei corsi dal quinto all'ultimo anno, è stata naturalmente accettata al Beaux-Arts di Parigi - dove le piacevano particolarmente i corsi teorici ma preferiva disertare il mondo, laboratori chiusi per andare a dipingere. fuori - poi all'Università Panthéon-Sorbonne.

Il suo lavoro intorno alla lettera rivisita gli stili storici dei graffiti - in particolare i caratteri massicci del "stampatello", o al contrario quelli dello "stile selvaggio" aggrovigliati fino all'illeggibilità - mescolandoli con la calligrafia inglese dei suoi primi giorni. esperimenti urbani a metà degli anni 1990. Quando ha intensificato la sua pratica di scrittura nel 1997, Lady. K è probabilmente la prima ragazza che esce a taggare intere notti. Il suo stile si distingue da altri scrittori ispirati alle lettere di New York. Disegnare sul corpo dei segni specifici della scrittura, Lady. K propone una permeabilità tra astrazione e figurazione. Artista poliedrico, la sua grande attività si svolge tanto in strada quanto in giardino, nei depositi di treni come su quaderni o quadri ed è interessato anche ai rapporti tra scienza e arte. Un'esperienza di pittura su diversi media che lo porta a ripensare costantemente il suo rapporto con la città e con l'arte.

Bernard Fontaine.


Acquista l'opera dell'artista Lady. K: